Contact Google Plus Facebook

Testata
FILOSOFIA IN ITALIA
Votazione media: 0/10

Responsabilità sociale

1080x108015211035061.jpg

Venerdì 16 marzo proseguono alla Fondazione Collegio San Carlo di Modena (via San Carlo, 5) le lezioni del ciclo dedicato al tema Politica. Istituzioni e società nelle culture dell’Occidente, ideato dal Centro Culturale. L’incontro di venerdì, dal titolo Responsabilità sociale. Il paradigma dell’economia civile e le sue risposte nello spazio della globalizzazione, sarà tenuto da Leonardo Becchetti, professore di Economia politica presso l’Università di Roma Tor Vergata. Editorialista del quotidiano «Avvenire», è autore del blog Felicità sostenibile sul sito internet www.repubblica.it e fa parte del comitato editoriale del «Journal of Financial Stability». È fondatore di “NeXt. Nuova economia per tutti”, rete di cittadini, imprese e organizzazioni del terzo settore. Nei suoi lavori ha approfondito la relazione tra etica ed economia, dedicando particolare attenzione alle diverse forme di sviluppo sostenibile, all’economia delle relazioni e della condivisione e alla responsabilità sociale nei consumi e nei risparmi. Recentemente ha scritto: Capire l’economia in sette passi. Persone, mercati e benessere (Roma 2016); La ricca sobrietà. Economia politica (e politica economica) dell’enciclica Laudato si’ (Roma 2016); Le città del ben-vivere. Il manifesto programmatico dell’economia civile per le amministrazioni locali (Roma 2017); et al., Cristiani ragionevoli. Oltre i luoghi comuni della scienza e dell’esistenza (Roma 2018).

Per molto tempo si è creduto che le istituzioni pubbliche fossero in grado di far funzionare in modo efficace il sistema socioeconomico e orientarlo verso il bene comune, svolgendo così una funzione di riequilibrio e di ricomposizione rispetto agli egoismi individuali dei cittadini e delle imprese. Tuttavia, questa visione si sta rivelando oggi sempre più debole a partire dal presupposto stesso che lo anima, vale a dire l’idea che le istituzioni e la politica incarnino sempre il massimo delle virtù, mentre cittadini e imprese siano incapaci di qualsiasi impegno civile. In realtà, il tema della responsabilità sociale è più che mai rilevante nell’attuale contesto di crisi economica globale. Può infatti contribuire a promuovere modelli imprenditoriali moderni e sostenibili, capaci di offrire risposte ai problemi sociali della popolazione. Prova ne sono il commercio equo e solidale, la finanza etica, il microcredito, il volontariato e la stessa responsabilità sociale d’impresa. Questi fermenti di economia civile sono sempre stati presenti nella storia economica, ma i due fatti nuovi con cui si combinano negli ultimi decenni sono la globalizzazione e internet. Prima dell’avvento di queste due realtà era più facile per lobby piccole ma agguerrite conquistare potere nel mercato e difendere rendite di posizione a spese della collettività poco organizzata. Se da una parte la globalizzazione dei mercati consente a tali lobby di espandere ancor più la loro potenza, dall’altra, l’avvento della rete permette alla maggioranza dei cittadini di organizzarsi in modo molto più rapido e meno costoso, rendendo più facile un’azione di contrasto. Si rafforza così la consapevolezza dei consumatori riguardo all’importanza dei processi di produzione e distribuzione dei prodotti o servizi che vengono loro proposti e si richiede alle aziende un comportamento sostanzialmente conforme a queste aspettative, pena la perdita di quote di mercato.

La conferenza si tiene nel Teatro della Fondazione, con inizio previsto alle ore 17,30. L’incontro sarà trasmesso anche in diretta web collegandosi al sito www.fondazionesancarlo.it. La conferenza, come tutte le altre del ciclo, sarà inserita nell’archivio conferenze presente sullo stesso sito, dove sarà accessibile gratuitamente. A richiesta si rilasciano attestati di partecipazione.

Paola Ferrari, ufficio stampa FSC ufficiostampa@fondazionesancarlo.iT www.fondazionesancarlo.it




Aggiunto il 15/03/2018 09:45 da Paola Ferrari

Disciplina: Filosofia contemporanea

Autore: Paola Ferrari



Condividi