Contact Google Plus Facebook

Testata
FILOSOFIA IN ITALIA
Votazione media: 0/10

Ospite. Le relazioni con l’alterità nelle tradizioni religiose

                                   Ospite. Le relazioni con l’alterità nelle tradizioni religiose 

La Fondazione San Carlo, con il suo Centro Studi Religiosi, dedica la programmazione dell’Anno Accademico 2014/2015 all’approfondimento sull’immagine dell'ospite nelle diverse culture religiose


Le attività culturali dell’Anno Accademico 2014/2015 del Centro Studi Religiosi della Fondazione Collegio San Carlo di Modena (via San Carlo, 5 – tel. 059.421237) saranno dedicate alla riflessione sul tema Ospite. Le relazioni con l’alterità nelle tradizioni religiose. Il ciclo di conferenze gode del Patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

«La scelta di confrontarci sulla parola “Ospite” non sorge, solo, sulla spinta di qualche fenomeno sociale di cui in questi ultimi tempi abbiamo vissuto gli aspetti più drammatici; – dichiara Roberto Franchini, presidente della Fondazione San Carlo – non vuole neppure prendere spunto dall’idea di interpretare i mutamenti apportati dalla nascita della società multietnica, cercandone una spiegazione a posteriori. È piuttosto un prendere atto del vacillare di concetti forti e apparentemente immutabili su cui l’Occidente ha eretto il suo universo culturale».

Il ciclo si propone di riflettere sulle molteplici caratterizzazioni - teologiche, antropologiche, sociali, politiche - assunte dall'immagine dell'ospite nelle diverse culture religiose. Nella prima parte dei lavori - tra ottobre 2014 e gennaio 2015 - sarà data precedenza, in una prospettiva di lungo periodo, alla discussione dei principali nodi storici e teorici relativi alle concezioni dell'ospite nelle diverse tradizioni religiose, mentre nelle attività programmate tra febbraio e aprile 2015 sarà dato maggiore spazio alle questioni aperte nella vita delle società contemporanee, con particolare attenzione al significato che termini chiave come quelli di "ospitalità" e "accoglienza" hanno oggi assunto di fronte alle numerose sfide poste dalla società multiculturale e dal pluralismo religioso. La riflessione sull'ospitalità può infatti essere complementare alla cultura dei diritti umani, offrendo così un rinnovato punto di vista teologico e religioso su questioni di grande attualità, altrimenti trattate esclusivamente sul piano sociale e politico. Una riflessione, dunque, sul modo in cui le culture religiose valutano l'ospitalità e la dignità dell'ospite non può che essere considerata tanto necessaria quanto urgente.

Il tema dell'ospitalità sarà esaminato mettendo in evidenza la dicotomia tra accoglienza ed esclusione, tra convivenza e ostilità che ha contraddistinto la relazione con l'alterità nel mondo classico e nelle tradizioni religiose in epoca medievale e moderna; ambivalenza che rimane di grande attualità e rilevanza anche di fronte alle numerose sfide poste dall'odierna società multiculturale e dal pluralismo religioso. 

 

«La figura dell’altro, o del diverso, è sempre stata presente nelle culture religiose, fossero esse monoteistiche o politeistiche – afferma Carlo Altini, direttore della Fondazione – ma differente è stata la valutazione di tale figura. Talvolta è stata oggetto di violenza o di esclusione, altre volte di accoglienza o di carità. In entrambi i casi le culture religiose si sono poste però la domanda sulla giustificazione teologica di tali pratiche, proprio perché non consideravano sufficiente ricorrere ad argomenti sociali, politici o economici. Il nostro ciclo di incontri intende riflettere proprio su queste giustificazioni, per comprenderne le intime motivazioni».

A richiesta si rilasciano attestati di partecipazione. Il ciclo di lezioni gode dell'accredito ministeriale per la formazione del personale della scuola (D.M. 18 luglio 2005).


Per informazioni

www.fondazionesancarlo.it

tel. 059.421237csr@fondazionesancarlo.it

 





Aggiunto il 30/09/2014 16:52 da Paola Ferrari

Disciplina: Filosofia politica

Autore: Paola Ferrari



Condividi