Contact Google Plus Facebook

Testata
FILOSOFIA IN ITALIA
Votazione media: 0/10

A Chiaramonte il secondo Festival della Filosofia

Ad aprire le manifestazioni estive di agosto la seconda edizione del Festival di Filosofia, un appuntamento che per la sua originalità rappresenta un unicum nel panorama degli eventi estivi.

Il Festival, infatti, è pensato come una riflessione dialogata attraverso la quale il pubblico avrà la possibilità di affrontare insieme ai filosofi alcuni temi importanti, partendo proprio dalle parole più significative di cui spesso si è perso il senso vero e profondo. Saranno, dunque, le parole a guidare gli interventi dei filosofi  e dei relatori provenienti dal mondo accademico e del giornalismo: responsabilità, legami, affetti , solitudine,accidia, bellezza, mito. Questi i temi proposti nella suggestiva cornice dei Giardini comunali di Chiaramonte Gulfi, una cittadina che per la sua invidiabile posizione geografica diventa sede naturale per manifestazioni  culturali di questo genere e meta di un turismo culturale sempre più attratto dalla bellezza dei luoghi e dalla originalità degli eventi proposti.

            Di questa manifestazione si è parlato durante la conferenza stampa, alla presenza del Sindaco, Vito Fornaro, del Vice Sindaco, Laura Turcis, dell’Assessore al Turismo, Alessandro Cascone, dei due ideatori del Festival, Flavia D’Avola e Fabio Mancini che hanno anche fatto il punto si vari aspetti della due giorni. 

            Il Festival delle Filosofia si aprirà giorno 2 agosto,m alle ore 18.45, ai Giardini comunali, con l’intervento di  Carmelo Vigna, ordinario di Filosofia Morale all'Università di Venezia che parlerà di “Legami e Affetti”. Toccherà poi ad Antonella Ferrera, giornalista e scrittrice, parlare di “Vite Sospese”. A chiusura della serata è previsto l’intervento di  Luca Fonnesu, ordinario di storia della filosofia all'Università di Pavia che tratterà il tema “Responsabilità”. Giorno 3 agosto, sempre alle ore 18.42 il primo relatore  a parlare sarà Carmelo La Porta, docente di teologia morale all'Istituto teologico ibleo sul tema Bellezza”. Seguirà poi Antonio Di Grado, ordinario di  letteratura italiana all'Università di Catania che svilupperà il suo intervento sull’Accidia. Mentre Alessandro Musco, presidente di officina degli studi medievali dell'Università di Palermo si soffermerà su il “Mito”.

“E’ un occasione da non perdere- sottolinea la dott.ssa Laura Turcis, Assessore alla Cultura -   per scoprire e condividere significati che ci appartengono, un’esperienza irrinunciabile per chi è convinto che l’esercizio del pensiero coincida con la possibilità di creare un nuovo modo di vivere e abitare il mondo. Da più parti oggi si sottolinea la necessità di far nascere l’idea di una umanità nuova , diversa: la riflessione, l’arte, la cultura in generale è forse l’unico bene che attraverso la conoscenza delle cose può determinare la qualità della nostra vita. Non è un caso che questo messaggio parta proprio da questa città che mantiene intatta la sua qualità della vita e le sue tradizioni culturali, un patrimonio che in qualità di amministratori abbiamo il compito di preservare ed arricchire attraverso la novità delle proposte, come nel caso di questo Festival. Un caloroso  ringraziamento va ai relatori che interverranno e alla dott.ssa Flavia D’Avola e al dott. Fabio Mancini, due giovani studiosi  appassionati di filosofia e innamorati della nostra città, che hanno  ideato e curato la manifestazione ”.


Fonte: Ragusa News




Aggiunto il 05/08/2013 10:56 da Admin

Disciplina: Altro

Autore: Ragusa News



Condividi