Contact Google Plus Facebook

Testata
APPUNTI
Votazione media: 0/10

Il confronto tra il "De caelo" aristotelico e la nuova speculazione bruniana

Questo volumetto conclude il confronto fra la speculazione bruniana e la tradizione del pensiero aristotelico. Ora Giordano Bruno considera le obiezioni della tradizione aristotelica all'esistenza di un corpo universale infinito in movimento interno (creativo e dialettico) infinito. Demolendo e disgregando le premesse dell'impostazione aristotelica la riflessione di Giordano Bruno ridetermina e riqualifica le tradizionali nozioni di spirito e di materia, innovandole in radice e sospingendole verso una rivoluzionarietà, capace di mantenere sempre uniti l'aspetto teoretico e il momento pratico della riflessione e del pensiero.


Aggiunto il 16/03/2013 21:32 da Stefano Ulliana

Disciplina: Storia della Filosofia

Autore: Stefano Ulliana



Condividi